Le nostre proposte - Pro Loco Scarperia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Le nostre proposte


ITINERARIO STORICO-ARTISTICO

L’itinerario parte dal Palazzo dei Vicari, la trecentesca sede dell’amministrazione del paese, che conserva affreschi e stemmi dal XV secolo all’unità d’Italia. Tra le opere più importanti: la Madonna con il Bambino e Santi della bottega del Ghirlandaio, gli stemmi in terracotta invetriata della bottega dei Della Robbia e l’antico Orologio della torre opera del Brunelleschi. Dal 1999, vi ha sede il Museo dei Ferri Taglienti. La visita prosegue per le vie del centro storico, dove in alcuni punti è ancora possibile ammirare parte della cinta muraria abbattuta solo nel secolo scorso. Nella piazza principale oltre al Palazzo dei Vicari, sono visitabili l’Oratorio della Madonna di Piazza, edificio rinascimentale contenente una tavola della Madonna detta “di Piazza” attribuita a Jacopo del Casentino e la Propositura dei SS. Jacopo e Filippo risalente al 1320 circa, con all’interno il Crocifisso ligneo del Sansovino, un ciborio marmoreo di Domenico Rosselli e un tondo marmoreo che rappresenta la Madonna col Bambino attribuito a Benedetto da Maiano.
Fuori dalle mura del paese è consigliato soffermarsi all’Oratorio della Madonna dei Terremoti, al cui interno è ospitata una Madonna col Bambino attribuita a Filippo Lippi.
Per chi volesse avventurarsi verso le adiacenti frazioni del paese è possibile ammirare in località Fagna, la Pieve risalente al 1018, rimaneggiata nel XVIII secolo in stile tardo-barocco, che contiene al suo interno opere eseguite in secoli diversi.
Dirigendosi in località S.Agata è possibile visitare l’antica Pieve, datata al 984, la più antica testimonianza in stile Romanico del Mugello, che fu importante nei secoli poiché frequentata da viandanti che risalivano l’antico passo dell’Osteria Bruciata in direzione di Bologna; annesso alla Pieve troviamo l’Oratorio di San Jacopo, che oggi ospita una Raccolta d’arte sacra che espone affreschi staccati, sinopie e oggetti liturgici appartenuti alle piccole cappelle del territorio ormai abbandonate. Poco distante da questo Museo, presso il Centro Polivalente è allestita una ricostruzione popolare degli antichi mestieri con personaggi in movimento realizzati in legno dall’artigiano Faliero Lepri.Il Comune di Scarperia, situato nella valle del Mugello ai piedi dell’Appennino Tosco-Emiliano, offre un territorio vasto dedito alla natura incontaminata nella quale immergersi alla ricerca della serenità. Il Parco della Pineta, il cui percorso si snoda per 2 Km ca, appena fuori dalle mura del paese, è costituito da un sentiero centrale per il trekking, la bici e la corsa, illuminato nelle sere d’estate, arricchito con punti sosta e fontane e da zone adiacenti predisposte e attrezzate per tutti gli sport.
Per meglio contemplare le risorse naturalistiche del territorio di Scarperia sono stati inoltre allestiti i Percorsi dell’Asfodelo, 9 anelli trekking e mountain bike con una lunghezza che va dai 7 ai 15 km e un tempo di percorrenza che va dalle 2 alle 5 ore. Fra i più interessanti: “Scarperia-Omomorto”, “Ponzalla-Mulinuccio”, “Scarperia-S.Agata”, “S.Agata-Montecalvi”, “Omomorto-Fontefredda”, “S.Agata-Coppo”, “Scarperia-Crocioni”, “Marcoiano-Osteria Bruciata” e “Giogo-Castel Guerrino”


I FERRI TAGLIENTI: Le Botteghe Produttrici di Coltelli

L’itinerario si snoda integralmente nel centro storico dove possiamo incontrare le botteghe e i laboratori dei coltellinai che, ancora oggi, portano avanti la tradizione plurisecolare che rese glorioso il passato del paese. I coltelli, realizzati a Scarperia probabilmente fino dalla sua fondazione, conobbero secoli fortunatissimi a partire dal XVI secolo con l’emanazione degli Statuti dei Coltellinai, una raccolta di norme per la realizzazione e l’impiego dei materiali per la produzione, che incentivò, nei secoli successivi, lo sviluppo di numerose attività artigiane. La fortuna di quest’ultime risiede proprio nella pozione geografica strategica assunta dal paese stesso, ai piedi dell’Appennino Tosco-Emiliano, lungo la strada del Passo del Giogo, che fino al 1752, costituì l’unica via di comunicazione fra Firenze e Bologna, uno sbocco verso il commercio e un’occasione per Scarperia di far conoscere la propria attività. Seppur la storia, come ovunque, riservò ai coltelli, brevi periodi di crisi, l’artigianato locale è sopravvissuto fino ai nostri giorni grazie alla presenza di famiglie e hobbisti motivati a portare avanti la tradizione. Attualmente sono attive ben 5 coltellerie che commerciano coltelli per uso quotidiano, pezzi da collezione e articoli da regalo in Italia e in Europa. I produttori sono specializzati nella realizzazione dei coltelli regionali italiani e in particolare nella tipologia a serramanico. E’ possibile visitare, oltre ai punti vendita, anche i laboratori di produzione: Saladini dal 1840, Berti dal 1895, Conaz F.lli Consigli dal 1962, Il Giglio, e I Coltelli dell’Artigianato alla quale è annesso anche il laboratorio.
Questa proposta di itinerario può concludersi con la visita al Museo dei Ferri Taglienti e all’antica Bottega del Coltellinaio per conoscere la nascita e lo sviluppo storico della tradizione di Scarperia.


ITINERARIO GASTRONOMICO

Scarperia vanta un’antica tradizione gastronomica e ancora oggi i ristoranti, i caseifici, le cooperative agricole e gli agriturismo del paese amano offrire i piatti tipici locali che un tempo le casalinghe cucinavano per gli umili lavoratori: ricordiamo la “Ribollita”, minestra a base di pane casareccio e verdure, lo “Spezzatino di Cinghiale” e i ricercatissimi “Tortelli di Patate col Ragù”. Inoltre, essendo il Mugello territorio di allevamento di bovini e ovini, non possiamo non trovare quei prodotti tanto curati dalle nostre fattorie come la famosa “Bistecca alla Fiorentina”; il latte bovino, destinato in enormi quantità alla Centrale del Latte di Firenze e il latte ovino impiegato per la produzione di pregiati formaggi freschi e stagionati come il “pecorino”.
Numerose sono le occasioni di promozione della cucina tipica che possono costituire il pretesto per una visita gastronomica nel Mugello. Prima fra tutte la “Rassegna Enogastronomica” che si tiene annualmente nel mese di Aprile e prevede l’esposizione, la degustazione e la vendita dei migliori prodotti selezionati del territorio; e le rituali Sagre a tema, del tortello, fungo porcino e tartufo organizzate stagionalmente dalle associazioni del Comune.



ITINERARIO NATURALISTICO

Il Comune di Scarperia, situato nella valle del Mugello ai piedi dell’Appennino Tosco-Emiliano, offre un territorio vasto dedito alla natura incontaminata nella quale immergersi alla ricerca della serenità. Il Parco della Pineta, il cui percorso si snoda per 2 Km ca, appena fuori dalle mura del paese, è costituito da un sentiero centrale per il trekking, la bici e la corsa, illuminato nelle sere d’estate, arricchito con punti sosta e fontane e da zone adiacenti predisposte e attrezzate per tutti gli sport.
Per meglio contemplare le risorse naturalistiche del territorio di Scarperia sono stati inoltre allestiti i Percorsi dell’Asfodelo, 9 anelli trekking e mountain bike con una lunghezza che va dai 7 ai 15 km e un tempo di percorrenza che va dalle 2 alle 5 ore. Fra i più interessanti: “Scarperia-Omomorto”, “Ponzalla-Mulinuccio”, “Scarperia-S.Agata”, “S.Agata-Montecalvi”, “Omomorto-Fontefredda”, “S.Agata-Coppo”, “Scarperia-Crocioni”, “Marcoiano-Osteria Bruciata” e “Giogo-Castel Guerrino”


Torna ai contenuti | Torna al menu