• L'orologio di Brunelleschi nel Palazzo dei Vicari di Scarperia, dossier. Pubblicazione che racconta la storia dell'Orologio di Brunelleschi situato nel Palazzo dei Vicari a Scarperia, dalle origini sino alla sua attuale collocazione
  • L’archeosismologia in architettura. Per un manuale. Il volume affronta il tema della prevenzione e tutela dell’edificato storico dal rischio sismico, proponendo una metodologia d’indagine, l’archeosismologia, sviluppata all’interno di ambienti universitari e raffinata dai numerosi confronti con professionisti ed esperti del settore. Il testo è pensato non solo per un pubblico di stampo archeologico, ma anche per le varie figure che operano nel campo dei beni culturali e del rischio sismico, siano questi architetti, restauratori, ingegneri strutturisti, storici o sismologi. Autore: Andrea Arrighetti. Firenze Univeristy Press, 2015. Copertina flessibile, 215 pagine.
  • L’oratorio della Madonna del Vivaio a Scarperia Pubblicazioni dell’Archivio Arcivescovile di Firenze. Opuscolo dedicato all’Oratorio della Madonna del Vivaio di Scarperia attraverso i seguenti: Il miracolo del vivaio (documenti e testimonianze), La Toscana alla fine della dinastia medicea, Un giovane architetto: Alessandro Galilei, Nascita e vita di un oratorio, L’architettura e la dimensione iconografica, Vita e vicissitudini dell’oratorio + Appendice documentaria, Fonti manoscritte, Bibliografia. Autori Sara Piccolo Paci e Rossella Tarchi. Pagnini editore, 88 pagine. Copertina flessibile. € 12,00.
  • Il testo che segue è tratto dalla monumentale opera "La Coutellerie depuis l'origine jusq'a nos jours" che Camille Pagé, singolare figura di imprenditore, collezionista e studioso compilò tra la fine dell'ottocento e gli inizio del nostro secolo, nel tentativo di fornire un quadro complessivo della coltelleria mondiale, della sua evoluzione, delle diverse tipologie di oggetti prodotti e dei sistemi di fabbricazione impiegati nei vari paesi.
  • Pubblicazione stampata nel 2019 in occasione della "Festa della Toscana 2018", la vita civile e amministrativa a Scarperia dopo la riforma istituzionale di Pietro Leopoldo d'Asburgo Lorena
  • Luciano Salvatici ha collaborato a lungo con la rivisita di Speologia per la quale ha realizzato articoli e numerose impeccabili carte delel cavità naturali esplorate. Accostatosi al settore prima delle armi antiche, poi dei coltelli, ha scritto per il mensile Diana Armi (da lui impaginato per otto anni) dell'Editore Olimpia di Firenze innumerevoli articoli (oltre un centinaio solo quelli dedicati ai coltelli e tra i quali sono stati scelti quelli di questa pubblicazione). Nel contempo ha realizzato vari testi all'epoca basilari per la storia delle armi. Considerato il numero uno nel settore della coltelleria tradizionale e storica italiana, i suoi scritti sono oggi le basi per lo studio di tali coltelli.
  • La rivoluzione stradale dell'età lorenese in mugello, un viaggiatorre eccezzionale sulla carrozzabile della Futa: Wolfgang Amadeus Mozart. Pubblicazione creata in occasione della Festa della Toscana 2017.
  • Catalogo della 31° Mostra dei Ferri Taglienti "Lame al femminile, le forbici e le arti delle donne, cucito, ricami e merletti" tenutasi al Palazzo dei Vicari di Scarperia dal 29 maggio al 19 settembre 2004
  • Catalogo della mostra "Lame che attraversano la storia", mostra organizzata in collaborazione con il Museo dei Ferri Taglienti di Scarperia ed il Centro di Documentazione Archelogica di Sant'Agata. La mostra si è tenuta dal 30 giugno al 15 agosto 2012
  • Le armi e gli utensli presentati in questa pubblicazione sono stati scelti tra il materiale esposto nella mostra "Lame d'Africa", che si è tenuta nello storico Palazzo dei Vicari di Scarperia nel periodo 1à giugno - 16 settembre 2001 e che, dopo numerose edizioni dedicate a quanto è stato prodotto in Europa in fatto di strumenti muniti di lame, si è rivolta ai manufatti del continente africano. Si tratta di un materiale particolarmente interessante che, proprio in quanto fa seguito a quelle europeo, fornisce l'occasione per un confronto tra produzioni che sono espressioni di culture profondamente diverse, ma che talvolta nella soluzione di certi problemi pratici legati alla realizzazione di lame mostrano sostanziali analogie.
  • Catalogo della 43° Mostra dei Ferri Taglienti "Lame dal Corno d'Africa", coltelli, rasoi, sciabole dalla collezioni del Museo di Storia Naturale di Firenze - Sezione di Antropologia e Etnologia. La mostra si è tenuta dal 30 luglio al 30 settembre 2016
  • Catalogo della mostra "Lame del Risorgimento" tenutasi al Palazzo dei Vicari dal 2 al 10 settembre 1978. Per la prima volta Scarperia, paese famoso da secoli per la produzione di ferri taglienti, ospita una rassegna dedicata alle armi bianche. I centosei pezzi scegli dagli esperti di "Diana Arami", che hano curato l'esposizione, costituiscono un importante ed inedita documentazione sul tema delle armi bianche nel Risorgimento, grazie alla collaborazione di collezionisti che hanno messo a disposizione il prezioso materiale.
Torna in cima