Caricamento Eventi

IN OSSERVANZA DEI DIRITTI DELLE DONNE

Atti e provvedimenti di giustizia

nel Vicariato di Scarperia, 1775-1790

 

Domenica 8 Maggio 2022

Ore 16:30 – 18:00

Palazzo dei Vicari, Scarperia (FI)

 

La Festa della Toscana 2021, promossa dal Consiglio Regionale, ha come tema di questa edizione “Dall’abolizione della pena di morte alla lotta ai linguaggi d’odio: la Toscana terra di diritti”,ed ha previsto lo svolgersi di iniziative legate alla presentazione di una pubblicazione fino a maggio 2022.

Con l’iniziativa proposta si intende condurre l’analisi degli interventi normativi a riconoscimento e tutela dei diritti delle donne presenti nell’opera riformatrice di Pietro Leopoldo d’Asburgo Lorena. Qui, infatti, uno spazio  è dedicato  alla messa a punto   di dispositivi   indirizzati a promuovere  il riconoscimento  dell’ indipendenza femminile  attraverso  l’ istruzione e la formazione  affidata   ai Conservatori di istituzione pubblica creati  per porre termine  agli abusi di conventi e monasteri   che avevano considerato  le loro allieve alla stregua di monache: si proibì ai conventi   che avevano scelto la regola di vita comune, di dare istruzione alle ragazze secolari (1785) e  si provvide quindi   ad organizzare   nuovi Conservatori che si dovevano occupare  dell’istruzione  ed educazione  di donne, vedove   e maritate  “allo scopo  di formare  future  educatrici da impiegarsi al servizio del pubblico”. All’attuazione del diritto all’istruzione si andò ad affiancare il riconoscimento   della validità delle testimonianze   femminili davanti    ai tribunali civili e criminali. Ciò può trovare conferma nell’esame dell’ampia   documentazione degli atti giudiziari   del Vicariato di Scarperia   negli anni   del governo pietroleopoldino, in cui  appare con evidenza   come  le offese e i delitti contro la persona  o il patrimonio  portati in giudizio dalle donne, vedano l’applicazione  di pene severe  a carico  del colpevole  e la tutela dei diritti  della persona  senza  parzialità di genere.

Verrà quindi presentata la pubblicazione IN OSSERVANZA DEI DIRITTI DELLE DONNE. Atti e provvedimenti di giustizia nel Vicariato di Scarperia, 1775-1790 realizzata grazie al contributo regionale, fornendo così’ materiale adatto a descrivere il mutare della condizione femminile nei paesi e nelle campagne della Toscana a seguito delle riforme pietroleopoldine.

Sarà poi proposto un viaggio musicale femminile con attenzione alle compositrici italiane e viennesi che si sono distinte e impegnate nella conquista della loro indipendenza, grazie all’opera di Pietro Leopoldo. Saranno eseguite musiche della compositrice milanese Maria Teresa Agnesi, appartenente all’Accademia dei Trasformati, legata alla famiglia imperiale asburgica e al granducato toscano grazie alla collaborazione con il ministro plenipotenziario il Conte Firmian; Maddalena Laura Sirmen, clavicembalista, violinista e compositrice veneta che, nata da una famiglia aristocratica caduta in disgrazia, si riscatta frequentando il Conservatorio femminile dei Mendicanti, sotto la guida del celebre violinista ‘Maestro delle Nazioni’, Giuseppe Tardini, per affermarsi ed esibirsi in tutta Europa; della romana Maria Rosa Coccia, prima donna a conseguire il titolo di Maestro di Cappella dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma, attaccata e contrastata dai suoi contemporanei, alla quale fu vietato, purché in possesso del titolo, di esercitare tale professione, dovendo ripiegare, grazie alla sua istruzione, al ruolo di educatrice, come permesso dall’opera.

Di seguito il programma:

❖ Presentazione della pubblicazione In osservanza dei diritti delle donne. Atti e provvedimenti di giustizia nel Vicariato di Scarperia, 1775-1790, con la partecipazione degli autori Francesco Calamai e Giuseppina Carla Romby.

❖ Ensemble strumentale ‘Camerata de’ Bardi’: Musiche di Maria Teresa Agnesi, Madalena Laura Sirmen, Maria Rosa Coccia, eseguite da Roberta Malavolti Landi al violino, Sabrina Malavolti Landi al clarinetto, Eiko Iamaguchi al pianoforte.

L’evento si terrà nel rispetto delle normative antiCovid-19. I posti sono limitati. Prenotazione consigliata allo 055-8468165 o informazioni@prolocoscarperia.it.

Evento gratuito ed aperto a tutti

 

Share This Post, Choose Your Platform!

Torna in cima